Progetto 

Amazzonia.

Il Progetto.

Il progetto umanitario "Amazzonia" nasce nell'ormai lontano 1989 con l'intento di portare aiuti medici ed odontoiatrici nell'isola di Marajo, Brasile, alle popolazioni locali che vivono in condizioni di forte degrado igienico, sanitario e alimentare.

Promosso dall'ex Presidente A.I.S.I. (Accademia Italiana di Stomatologia Implantoprotesica) dr. Sergio Dovigo, il progetto umanitario affianca e offre collaborazione a centri cattolici di aiuto che operano nella zona, fornendo periodicamente operatività sul campo e svolgendo attività di mediazione tra le necessità e le richieste dei missionari in Brasile e le offerte di solidarietà che vengono raccolte in Italia.

Grazie al costante e stretto collegamento con Mons. Alessio Saccardo Vescovo della Diocesi di Ponta de Pedras e coordinatore delle attività pastorali, è possibile monitorare e ricevere informazioni sullo stato delle necessità e delle opere nelle quali i fondi raccolti vengono destinati.
Il lavoro sul campo si sviluppa mediamente una volta l'anno e prevede di raggiungere i luoghi più remoti dell'isola. Vengono forniti medicinali e beni di prima necessità e viene svolto un servizio di controllo sanitario su tutta la popolazione e in particolare sullo stato di salute dei più piccoli.

In Italia, il servizio di mediazione che il progetto si è prefissato, è quello di operare come "ponte diretto" tra i missionari e le persone che offrono solidarietà per donare aiuti economici, per sostenere gli abitanti con l'acquisto di oggetti e lavori autoctoni o per offrire adozioni a distanza e garantire ai bambini un minimo di speranza per una vita migliore.
Ogni attività del progetto si articola e si sviluppa solamente sul principio del volontariato e in nessun modo viene richiesto o raccolto denaro o in qualche modo verrà ripagato il lavoro svolto.
L'attività di mediazione che viene svolta in Italia si limita a mettere in contatto i donatori con i missionari in Brasile ed aiutare eventualmente la comunicazione ed i contatti futuri.

Please reload